Edilsub | Imperia. Terminate le operazioni di recupero del peschereccio “Quo Vadis”. Dopo le indagini della capitaneria, verrà demolito
583
post-template-default,single,single-post,postid-583,single-format-standard,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,columns-3,qode-product-single-wide-gallery,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Imperia. Terminate le operazioni di recupero del peschereccio “Quo Vadis”. Dopo le indagini della capitaneria, verrà demolito

Imperia. Dopo circa 5 ore sono finalmente terminati i lavori di recupero del peschereccio “Quo Vadis” affondato nel porto di Oneglia. L’operazione di recupero è iniziata questa mattina, grazie all’intervento dei sommozzatori della ditta Edil sub di Santo Stefano di Magra (sp), che hanno agganciato a prua e a poppa il peschereccio a delle gru. Successivamente l’imbarcazione è stata sollevata a mezz’aria per essere completamente svuotato dalle acque superflue contenute all’interno dei vari scompartimenti.

Al termine del pompaggio dell’acqua fuori bordo il peschereccio è stato finalmente sollevato e adagiato sul carrello. Sul posto erano presenti ad assistere i lavori di rimozione del peschereccio la Guardia Costiera, gli ormeggiatori della Go Imperia e Il vicesindaco di Imperia, Giuseppe Zagarella, delegato al Porto Turistico.

Terminate le indagini della Guardia Costiera sullo scafo dell’imbarcazione, per risalire alle cause dell’affondamento, il peschereccio verrà trasferito sulla banchina del molo corto per procedere alla demolizione.

Fonte: Imperia Post

No Comments

Post A Comment